Chi siamo

Forum

01704196
Oggi
Ieri
Questa settimana
Nel mese
Lo scorso mese
Visite totali
153
359
1379
5673
9571
1704196
dal 30 marzo 2013

è stato detto: «Aveva ragione Zeman»

20/12/2005 - Corriere della Sera
Dopo la sentenza di primo grado nel processo alla Juve è stato detto: «Aveva ragione Zeman». Ora, dopo l’appello, si dice: «Zeman aveva torto». 
«Invece anche l’appello mi ha dato ragione. Nel 1998 dissi che il calcio doveva uscire dalle farmacie e se c’è una certezza inequivocabile, evidenziata in entrambi i gradi di questo processo, è che si abusava di farmaci. Anche se io inizialmente non avevo parlato di Juve... E, se lo avessi fatto, avrei sbagliato: la Juve non aveva bisogno di entrare o uscire dalle farmacie, perché la farmacia se l’era fatta in casa ». 

Leggi tutto: è stato detto:...

Zeman: "Colpevole di dire la verità"

Rigore - dicembre 2000
Zeman: "Colpevole di dire la verità"
Una provocazione per il diritto di parola
INTERVISTA A KAREL ZEMAN
Per un reato d’opinione, alcuni articoli tecnici scritti su Rigore, Paolo Casarin qualche mese fa venne in prima istanza addirittura radiato dall’Associazione italiana arbitri. Oggi il bavaglio è stato messo a Zdenek Zeman che ha già pagato con 50 milioni d’ammenda la colpa di avere detto le sue verità in una conferenza stampa all’indomani dell’esonero dal Napoli e ora attende gli esiti di un deferimento alla Commissione disciplinare. Considerato nemico del "sistema", Zeman non ha più diritto di parola: ogni sua frase viene analizzata al microscopio dalla giustizia sportiva. E allora Rigore, per poter sapere quello che Zdenek Zeman pensa del Napoli e del calcio italiano, ha dovuto ricorrere a un escamotage-provocazione: intervistare il figlio Karel, 23 anni.

Leggi tutto: Zeman: "Colpevole...

Si fa presto a dire Mister

VIVEUR di venerdì 12 Maggio 2000
Si fa presto a dire Mister
intervista di Davide Grittani
Il mister parla poco, solo se necessario. Il mister fuma, sigarette pesanti. Il mister paga per tutti, quando le cose non vanno. Il mister sorride, se proprio deve. Il mister ha un cuore, tuttavia meglio nasconderlo. Il mister torna a Foggia, quando l’aria si fa pesante. Torna in quei posti che ancora odorano d’impresa e d’incoscienza, di talento e d’avventura. Torna sulle strade di Zemanlandia.
Sono sulle sue tracce da tre giorni. Insisto sul numero di un cellulare a cui risponde con un filo di voce dalla lontanissima Praga. Poi una soffiata m’avverte "è nella sua tana, nel ristorante Al Rugantino" sulle cui pareti è scolpita la cronaca della febbre più violenta e contaggiosa che abbia mai colpito Foggia. Quindi lo bracco davanti al bar Cocozza, mentre parla e fuma coi suoi amici foggiani, leggendo la vita come fosse una partita di calcio. Infine di nuovo al cellulare… e stavolta risponde.

Leggi tutto: Si fa presto a...

Sì, ce l'avevo con la Juve

GUERIN SPORTIVO n.15 - Aprile 2000
Sì, ce l'avevo con la Juve
L'intervista-Zdenek Zeman "Le squadre che affrontano la Juve sono vittime di troppi torti. Moggi si lamenta degli arbitri? Finora non ha mai subito le conseguenze degli errori. Su Del Piero e Vialli ho detto ciò che tutti vedevano. Quella denuncia ha salvato la salute dei ragazzi, io l'ho pagata con 20 punti in meno per la Roma" 
intervista di Matteo Marani

Roma. Questa intervista si è portata via un caffè, pochi sorrisi, silenzi lunghissimi e dieci sigarette, un quarto della dose media giornaliera di Zdenek Zeman da quando non allena. E' difficile capire se in lui è prevalente il sollievo per non essere più nell'onda del ciclone che lo travolse un anno fa o se quel clamore in fondo gli manca. Perchè quest'uomo dal viso sfiorito dalla nicotina il potere l'ha combattuto sul serio e alla fine ne è rimasto vittima, incapace di sopravvivere senza più avversari. Quando Zeman non spara contro i famosi vip del calcio, parole sue, è una delusione per qualsiasi giornalista. "Anche lei sarà venuto qui con un suo teorema da dimostrare, una provocazione da tirarmi fuori" sussurra con quel tono che chissà perchè sembra ogni volta la parodia riuscita di Solenghi.” Io, purtroppo per lei, non ho esternazioni da fare". Assolutamente vezzoso e assolutamente falso. Le prossime nove sigarette lo dimostrano.

Leggi tutto: Sì, ce l'avevo...

Intervista di Maurizio Catalani

Aprile 2000 MAXIM
Intervista di Maurizio Catalani

Roma : centro sportivo Fulvio Bernardini a Trigoria. 
Entriamo nel grande spazio riservato alla zona bar-ristorante e sul divano in fondo noto una piccola ma intensa nuvoletta di fumo: dietro Zeman.
Mi vede e sorride. Si informa sull’articolo, conosce Maxim , chiede lumi sul da farsi.
"Ma mi debbo mettere in posa?"

Leggi tutto: Intervista di...