Chi siamo

Forum

01647217
Oggi
Ieri
Questa settimana
Nel mese
Lo scorso mese
Visite totali
222
401
222
4813
9190
1647217
dal 30 marzo 2013

DICONO DI ZEMAN

2/2007 ROBERTO RAMBAUDI

Quanto c’è del Maestro boemo nel tuo calcio?

Zeman come uomo di sport ha influito tantissimo. Ho seguito le sue battaglie. Contro il doping e l’intreccio di interessi economici e finanziari. Ha detto delle cose vere che poi si sono verificate. E per questo ha pagato. Ma non finirò mai di ringraziarlo, mi ha trasmesso la cultura del sacrificio e mi ha insegnato a curare la preparazione. A lavorare sulla fatica”.

 5/2008 ANTONIO NOCERINO. 

"Per me è un grande, perchè nell'anno di Avellino mi ha insegnato il modo di giocare e di vivere. Non a caso tutti gli riconoscono una grande competenza nel rendere le squadre spettacolari”

14.10.2008 romanews.eu VALERI BOJINOV:

" Nella mia esperienza a Lecce ho avuto la fortuna di essere allenato da un grande tecnico come Zdenek Zeman. Grazie a lui sono esploso come giocatore. Sia chi ha il piacere di giocare nella sua squadra, sia i tifosi che si godono lo spettacolo dagli spalti hanno la possibilità di divertirsi molto per il calcio che viene espresso. Con lui ho un rapporto speciale, è un uomo vero, sincero e onesto con tutti. In Italia il più delle volte persone con queste qualità risultano scomode”.

 31.10.2008 Tuttosport RALF RANGNICK (ex allenatore Stoccarda e Schalke)
"La zona è il mio credo, mi ispiro a Lobanowski, Sacchi e Zeman”

30.03.2009 corriere dello sport ANTONIO CONTE
"Zeman è un Maestro, il calcio di Zeman mi è sempre piaciuto molto. E’ stato un ispiratore per il gioco offensivo. Nel periodo di Lecce sono andato a studiare Zeman, lui lo sa perchè mi ha visto"

17.11.2009 Radio Toscana AMEDEO CARBONI
"Io ho giocato con Zeman a Parma e ricordo una preparazione durissima, mi ha fatto correre tanto e se ho scaldato i motori in carriera, lo devo soprattutto ai suoi insegnamenti. Ricordo di Zeman l'humour inglese e la sincerità nei rapporti'”

14.12.2009 La Repubblica (Gianni Mura) DAMIANO TOMMASI.

"il top?" chiede Mura.

"Venezia come città e Zeman come allenatore sono fuori concorso. Su tutto il resto si può discutere."

 24.12.2009 Il Romanista CARLO VERDONE

Sei uno zemaniano?

«Tutta la vita. Se fossi un presidente di una squadra lo prenderei al volo e gli chiederei di costruire lui stesso la rosa di giocatori che vuole. Farebbe lui la sua campagna acquisti, non può subentrare ad una squadra già prestabilita. Con lui al timone si vedrebbe una squadra moderna, veloce, atletica. Quelle che vediamo in Europa e poco in Italia».

 22.10.2010 tuttosporttaranto.com FRANCO MANCINI
"Per il Maestro, così chiamo Zeman, ho un affetto fortissimo che mi lega ancora a lui: è stato un padre, un fratello,un amico! Un uomo dal carisma unico:poche parole ma incisive!

Un tecnico innovativo e preparato che ha portato in Italia un calcio spumeggiante e che è riuscito a mettere in campo, contro le corazzate della serie A, squadre composte da giovani sconosciuti e talentuosi che provenivano dalle serie minori (Baiano, Signori, Rambaudi, Di Biagio,Marecano, Padalino) e che arrivavano dai Paesi dell'Est (Petrescu, Kolyvanov, Shalimov)!"

 23.09.2010 stabiachannel.it PIERO BRAGLIA

"Non posso giudicare Zeman, la sua carriera parla da sé e se non ha avuto l'opportunità di fare ancora meglio è solo perché probabilmente qualcuno gli ha messo i bastoni tra le ruote per aver avuto il coraggio di dire quanto altri sapevano e tenevano per loro".

 10.10.2010 usfoggia.it NICOLA PROVENZA
"E´ un maestro per tutti. Io ho avuto la fortuna di poterlo conoscere e vederlo allenare quando ero alla Salernitana. La dimensione di Zeman va però oltre l´aspetto calcistico, in quanto è una dimensione di coerenza umana che lo contraddistingue”.

23.03.2011 conferenza stampa NICOLA PROVENZA

Per me Zdenek Zeman è un esempio, ma credo che dovrebbe esserlo per tutti quelli che amano questo sport. Zeman propone l’unico calcio possibile, a maggior ragione in un momento di crisi come questo. Un calcio etico e realistico, che si basa sulla filosofia del lavoro”

 02.04.2011 00.00 tuttolegapro.com CICCIO BAIANO

"Il primo ricordo che mi viene in mente e che racconto sempre ai ragazzi più giovani riguarda le apparizioni mistiche che nei due anni di ritiro a Foggia Zeman mi ha regalato. Infatti la durezza e l'intensità dei suoi allenamenti mi portava alle lacrime e a vedere la Madonna (testuale ndr), tuttavia devo ringraziarlo perché grazie a lui ho raggiunto obiettivi che mai avrei pensato di ottenere”

24.06.2011 EUSEBIO DI FRANCESCO
"ZEMAN è stato il tecnico che per gli schemi d'attacco mi ha lasciato tracce indelebili. Ma il boemo ed il suo calcio non sono facilmente riproducibili, anche i cinesi che copiano l'impossibile avrebbero problemi nel 'taroccarlo"

15.10.2011 Gazzetta dello Sport GIOVANNI STROPPA
"Zeman e' avanti 10 anni , fa le stesse cose da una vita, ma non lo fermano mai. Non ha sfondato in una grande perché , se facesse correre certi campioni, li manderebbe al manicomio. Io comunque gli voglio un bene dell' anima"

19.10.2011 forzapescata.tv RICCARDO CUCCHI
“ Amo Zeman per il suo modo di pensare il calcio. Io sono convinto che dovremmo cercare un po’ di ripescare queste filosofie calcistiche, che è un po’ quello che sta facendo il Barcellona tutto sommato. E’ più importante giocare bene o è più importante vincere? Io penso che sia più importante giocare bene perché la gente che va allo stadio deve potersi divertire”.

26.10.2011 corrieredellosport.it MASSIMO PISCEDDA

Zeman è un vero spot per il calcio giovanile. Come sa far fruttare lui i talenti non ci riesce nessuno. E poi gli anni passano, ma la sua idea di calcio è sempre più propositiva e da sogno”

 10.01.2012 TeleRadioStereo ARRIGO SACCHI
“Zeman, nonostante non sia più un ragazzino, continua a essere l'allenatore più giovane. Merce rara".

 17.01.2012 .blogautore.repubblica.it FABRIZIO BROCCA

Penso che Zeman, a quasi 65 anni, non sia cambiato di una sola virgola rispetto a quando allenava il Foggia di Signori, Rambaudi e Baiano ormai 25 anni fa. E’ lo stesso identico, non ha ceduto di un centimetro ai compromessi, ha sempre pensato che il miglior calcio possibile sia quello d’attacco, e lo porta avanti anche se questo può sembrare folle. E’ uno dei migliori maestri di calcio che abbiamo in Italia, di un rigore assoluto, intransigente. Piace ai giocatori e piace alla gente, il suo calcio è considerato una religione. Più ancora del sacchismo.

Piace meno ai dirigenti di un sistema che lo ha sempre mal sopportato, proprio perché non avendo peli sulla lingua ha sempre detto quello che pensava senza alcun filtro. Come le sigarette che fuma oggi come tanti anni fa del resto. Forse col passare degli anni le sue parole pesano un po’ meno, sarà anche perché si è ritrovato spesso a fare una carriera di periferia, ma il suo calcio scriteriato e pazzo è un’opera d’arte”.

 30.01.2012 canalemilan.it ARRIGO SACCHI
“Zeman ancora oggi è un allenatore fra i più bravi, non solo a livello nazionale. Fra i tre allenatori che proposi al Milan, dopo che venni via la prima volta dal club rossonero, feci il nome di Zeman, e dissi anche la stessa cosa quando andai via dal Real Madrid. C’è armonia nel suo gioco, sembra quasi un’utopia e questo dipende dalla forza delle sue idee”.

 16.02.2012 seriebnews.it ARRIGO SACCHI

Tecnici come Zeman hanno certamente la dote di saper puntare su ragazzi molto giovani senza paura. Chi sa di calcio ha la capacità, la sensibilità di crescere un giovane, chi non sa di calcio utilizza invece i giocatori anziani perché spera sappiano compensare le sue lacune come allenatore”.

 20.02.2012 il catenaccio.it PEP GUARDIOLA

E’ un allenatore preparatissimo che vede il calcio sempre alla stessa maniera di come ha iniziato. Lui fa bene al calcio anche per le denunce di quello che succedeva in Italia. Seguo da diverso tempo le parite del Pescara, ammiro moltissimo Zeman che è un esempio da imitare e che conosco benissimo dai tempi della mia permanenza in Italia”

 20.02.2012 repubblica.it GIANFRANCO ZOLA

Il calcio non è solo forza e tattica. Per questo negli ultimi tempi ho seguito da vicino il lavoro di due allenatori che insegnano anche i valori del calcio, gli stessi che insegnerò io quando tornerò su una panchina, non so né dove né quando".

Chi sono i due? "Guardiola e Zeman".

 28.02.2012 messsaggero.it CARLO ANCELOTTI

Zeman è uno che fa bene a questo sport. Le sue idee sono sempre valide”

 23.04.2012 seriebnews.com TARCISIO BURGNICH

Zeman è tra gli allenatori più bravi e preparati. Oltre tutto è un uomo. Ha portato avanti lo sport, fuori dalle farmacie”

 17.05.2012 RadioCalciomercato.it GIANLUCA NANI

"E' un allenatore fantastico, lo considero un grande. Mi piace la sua filosofia e il gioco delle sue squadre”

 21.05.2012 tmw.com CESARE PRANDELLI

''Il calcio di Zeman? Se dovessi comprare un biglietto per assistere ad una qualsiasi partita, lo comprerei sicuramente per una in cui gioca la squadra di Zeman. Mi piace moltissimo il suo calcio, sono un suo grande ammiratore anche se per far divertire come vuole lui servono i giusti interpreti”

 01.06.2012 CentroSuonoSport – OBERDAN BIAGIONI
“Il coraggio che ha lui non ce l’ha nessuno. Non sarò mai come lui. Puoi fare bene ma non farai mai quello che fa Zeman. Lui ha una personalità fortissima, anche col silenzio può incutere rispetto. Zeman trasmette col silenzio, ciò che altri neanche col megafono”.

07.06.2012 Il Romanista ONOFRIO BARONE
“È stato il mio padre calcistico, tutto quello che so lo devo a lui, se sono riuscito ad avere una carriera nel calcio è tutto merito suo”

 10.06.2012 da calciomercato.it DARIO CANOVI

"Per il boemo ho quasi istinti omosessuali (ride, ndr) ma solo per lui. E' uno dei pochi allenatori validi in giro ed anche un grande uomo. Lo apprezzo molto per la sua idea di etica nello sport, una cosa che manca molto al nostro calcio. Le sue tesi sul doping oggi, a distanza di anni vengono rivalutate, come vere. Invito a leggere il libro di Marco Travaglio a conferma che Zdenek ci aveva visto lungo…anzi (ride) corto".

 10.06.2012 forzaroma.info CARMINE GAUTIERI

"Zeman? Ti insegna la cultura del lavoro, è un allenatore molto esigente, ma non così duro come si vede. Qualsiasi giocatore che ha avuto la fortuna di lavorare con lui apprende qualcosa. A me Zeman ha dato una mentalità vincente e un'organizzazione di gioco, è un riferimento importante per me e per tanti allenatori. Molti oggi parlano di Zeman, non era giusto che fosse rimasto 3 anni fuori. Un allenatore e un uomo come Zeman fa solo bene al calcio".

 10.06.2012 sportmediaset.mediaset.it PEP GUARDIOLA

"Zeman è uno degli ultimi utopisti dal punto di vista della visionarietà del calcio. Quella che ha compiuto quest'anno è la sua più grande impresa calcistica. Vincere il campionato cadetto con una squadra nuova e tutta di giovani è stato veramente epico…. quella di Zeman resta una delle carriere più intriganti che ci siano mai state in Italia. Pochi sono riusciti a rimanere sulla breccia per due decenni...".

 11.06.2012 La città nel pallone, Radio Ies ANGELO ARQUILLA
“Se fossi un tecnico farei quello che fa lui. Il pressing sul portatore di palla portato avanti con una gabbia di quattro giocatori, toglie la possibilità di pensare all’avversario. Conosco Zeman e lo definisco un grandissimo da tempo”.

 12.06.2012 La.TV ARRIGO SACCHI

"il Pescara aveva un'identità.. tu arrivavi vedevi e dicevi "L'allenatore E' Zeman".. vai a vedere altre squadre e dici "chi è l'allenatore?"

 16.06.2012 Mondopallone.it. GIOVANNI BUCARO

"E’ una sconfitta per il calcio italiano, vedere Zeman nell'oblio per cinque anni. E’ stato uno scandalo. La normalità è quella di oggi: Zeman allena una grande, in linea con i suoi meriti. Non vedo in giro tecnici migliori di lui, neanche tra quelli che disputano l'Europeo”.

 19.06.2012 ilsussidiario.net PASQUALE MARINO
“Zeman è sempre stato un allenatore capace di portare spettacolo in campo”.

D. Peccato però che le difese del tecnico boemo prendono sempre un sacco di gol...

Non è importante, anzi, lo spettacolo del calcio sono i gol, per questo Zeman è uno che aumenta lo spettacolo”.

20.06.2012 Rai Radio 2 ARRIGO SACCHI
"Come ct azzurro vedrei bene Zeman, uno dei pochi che ha personalità"

25.07.2012 Centro Suono Sport MARCO TRAVAGLIO

Zeman mi è molto simpatico, ha dei pregi e dei difetti: prende troppi goal, ma penso che sia uno dei pochi che difenda il calcio come sport ed è stato vergognoso che dopo aver attaccato la cupola moggiana sia sparito per dieci anni. Vederlo alla Roma mi fa sperare che calciopoli non è stata così inutile”.

26.06.2012 Radio Ies NEVIO SCALA

Zeman è un grande motivatore, capace di trasmettere grinta ed entusiasmo ai suoi giocatori, forte anche di una ferrea preparazione atletica”

27.06.2012 Il Romanista ANTONIO PADELLARO
«Zeman stimola l'immaginario fantastico di tutti noi. E' come trovarsi ad un'ora dalla partita, alla vigilia di un derby, quando ci immaginiamo come sarà...cosa accadrà, dove tutto è possibile. Si sogna il meglio, senza angoscia e tensione. Lui per tutti noi è come un pacco dono di cui conosciamo il contenuto. Ci tranquillizza.
Lui ha questa grande capacità di saper assemblare anche una squadra senza stelle trovando magari dei giovani talenti nel retrobottega. Zeman è il grande artigiano da cui può nascere sempre un'opera d'arte”.

28.06.2012 Adnkronos CARLO MAZZONE
“Zeman e' una bellissima persona, un grande professionista e ha un modo di interpretare il calcio in cui la qualita' tecnica viene privilegiata”

04.07.2012 Il Romanista NICOLA PIOVANI

Zeman è un artista del calcio, di un calcio fondato sulle idee e sul lavoro, non solo sulla spesa ultramiliardaria. E poi, a leggere bene i numeri della sua carriera, si scopre che Zeman è un allenatore "vincente", per usare un termine in voga fra i suoi detrattori. Francamente non so cosa avrebbe realizzato Capello a Pescara.”

Che partitura è Zeman?

Una partitura ben scritta, non banale, la cui bellezza può sfuggire ai disattenti.

Come si suona il 4-3-3? E in che ambiente?

In grande affiatamento fra esecutori. E in Teatro.

Cosa vorrebbe dire a Zeman?

Faccia attenzione a chi lo vuole fregare, mister, e sopporti con pazienza la banalità di certi suoi commentatori.

14.07.2012 Centro Suono Sport FABIO PETRUZZI
“Zeman è il migliore allenatore del mondo, come insegna calcio lui non lo insegna nessuno. Vederlo allenare in lega pro era un peccato, come Zeman ce ne sono davvero pochi".

20.07.2012 ABEL BALBO
“Zeman è un allenatore a cui tutti vogliono bene, dai tifosi fino ai giocatori. È una brava persona che ha pagato per le sue idee e la sua sincerità. Non ha avuto una carriera degna del suo valore”.

 27.07.2012 Centro Suono Sport DARIO CANOVI
"Sono sempre stato un ammiratore incondizionato del boemo, non solo come allenatore ma anche come persona. E' uno dei pochi che insegna calcio ma insegna anche a vivere. I ragazzi hanno bisogno di una guida non solo calcistica ma anche morale e lui è uno dei pochi che insegna etica nel calcio. C'è bisogno di persone come lui"

 27.07.2012 Fox Soccer (New York) FRANCESCO TOTTI
“Condivido l'idea calcistica di Zeman perché il calcio offensivo è la cosa migliore per un attaccante, il suo tipo di calcio è differente da tutti gli altri”.

07.08.2012 Tele Radio Stereo ARRIGO SACCHI
Zeman diverte anche quando non vince, è capace di dare un’identità alla propria squadra. Se vedi una partita di una sua squadra la riconosci sempre. Dal gioco riconosci se c'è Zdenek in panchina. Come quando si va a vedere una mostra e si riconosce un quadro di Picasso. Ecco, il paragone rende l'idea, è calzante. E Picasso non si offenderebbe”.

11.08.2012 larena.it GENNARO SARDO
“Zeman mi ha lanciato nel calcio che conta. Con lui ho imparato a fare tutto. Mi ha allenato quando ero alla Salernitana. In campo mi ha fatto provare un po' di tutto. Gli devo molto. Perché ho imparato a gestirmi ed arrangiarmi in qualsiasi situazione. Mi ha messo a fare il terzino. La prima cosa che mi ha detto è stata: devi attaccare, non penserai di restare lì a guardare. Ho imparato a spingere, a partecipare all'azione d'attacco. Zeman mi ha piazzato pure a centrocampo e come esterno d'attacco. Mi ha insegnato il calcio”.

 11.08.2012 SANDRO CAMPAGNA (CT nazionale italiana pallanuoto)
“Ammiro Zeman. Con lui mi accomuna la cultura del lavoro. Zdenek viene dalla pallamano dove ci si allena tantissimo. Stesso discorso nella pallanuoto. E poi entrambi crediamo nel trasferimento delle idee perchè non è facile trasmettere a 13 atleti i piani tattici e le giuste motivazioni".

 14.08.2012 Il Tempo GIANFRANCO GIUBILO
"Nel gregge, lo cerchereste invano. Banalità, luoghi comuni, ricerca di comode amicizie non appartengono alla sua cultura sportiva e, dunque, alla sua dialettica. Di Zeman ho da sempre apprezzato il coraggio quando si tratta di esternare opinioni impopolari, la coerenza delle idee prevalente sugli umori del momento”

 13.08.2012 Conferenza stampa prima dell’esordio con la Nazionale Maggiore MARCOVERRATTI
"Con Zeman sono cresciuto tantissimo sotto tutti i punti di vista, sia fisicamente che mentalmente. Lo ringrazierò per tutta la vita: è anche merito suo se ho raggiunto la Nazionale ed una delle squadre più forti d'Europa. Un giovane da lui impara tantissimo: ad esempio, mi insegnato a lavorare e non mollare mai"

 Agosto 2012 GMagazine (bimensile) BRUNO PIZZUL
“Zeman è un grande uomo di sport, una persona di grande dirittura morale. Qualche volta si espone troppo con qualche dichiarazione che lo rende persona poco gradita ai “potenti”, però è un allenatore che sa far giocare bene le proprie squadre”

 29.08.2012 notiziariocalcio.com MAURIZIO MIRANDA
“A Foggia, mentre giocavamo a carte io, Signori, Rambaudi e Barone, fuori dagli orari stabiliti, all’improvviso si presentò Zeman e giocò con noi fino a notte fonda e noi ci convincemmo di averla fatta franca. Ma l'indomani, arrivati al campo, in bacheca trovammo affisso l'annuncio delle nostre multe salate ma la cosa bella è che Zeman si auto-multò e del doppio rispetto a noi”.

 29.08.2012 Gazzetta dello Sport WALTER ZENGA
Zeman mi piace perché insegna calcio ed è un maestro nell’arte dell’ironia. Dice quello che pensa, è un puro. E non è vero che non ha vinto. Ha vinto a Foggia, a Pescara ed è tornato alla guida della Roma accolto come il Messia. Queste tre imprese valgono tre scudetti. In più ha regalato al nostro calcio talenti. Vogliamo parlare di Verratti e Insigne?

 04.09.2012 ilmessaggero.it CESARE PRANDELLI

Zeman un vero maestro di calcio. A Coverciano tutti i tecnici studiano il boemo. Io non so perché sia stato ai margini del grande calcio per anni e perché non sia stato preso da i club migliori. Di sicuro noi allenatori lo abbiamo tenuto in grande considerazione. Pensate: gli schemi offensivi del quattro-tre-tre si studiano sugli appunti di Zeman. Il suo calcio rimane qui materia di studio. È sempre un punto di riferimento per ogni tecnico”.

 07.09.2012 Centro Suono Sport MARCO SANSOVINI
“Il credo di Zeman è il lavoro. Con lui si lavora tantissimo, non solo in ritiro ma anche durante la settimana e per tutta la stagione. Da lui un giocatore non deve aspettarsi grandi complimenti ma continui insegnamenti. Il mister è uno che ‘punzecchia’ sui difetti: grazie a questo suo modo di fare molti calciatori li hanno eliminati e sono migliorati. Se uno si applica e crede in Zeman al 100%, alla fine raccoglierà i frutti”.

07.09.2012 calciomercato.it WALTER NOVELLINO
'Zeman è un allenatore che è stato a spasso per tanti anni in Italia, si riteneva fuori moda, invece è come un Armani che non passa mai di moda”.

10.09.2012 Radio Incontro CARMINE GAUTIERI
"Zeman non è poi così burbero come sembra, anzi: gli piace scherzare e non prendersi troppo sul serio. Certo, se dopo due mesi non capisci le sue indicazioni può perdere le staffe. Il boemo fa del lavoro atletico e dell'organizzazione tattica il suo punto di forza, è un perfezionista. Con la giusta applicazione tutti possono trarre giovamento dagli insegnamenti del mister. Il suo 4-3-3 è unico".

13.09.2012 laprovinciadicomo.it SILVIO PAOLUCCI
“Zeman mi ha stregato. Quando eravamo all'Avellino, io ero nello staff delle giovanili e parlavamo spesso. Io gli dicevo: scusi mister, non pensa che se fosse più prudente in difesa, vincerebbe di più? E lui: io voglio fare un gol più degli avversari, non prenderne uno di meno. Quella risposta mi folgorò. E poi ha grande cultura del lavoro. Quando gli dicevo: mister, questa cosa non mi riesce, lui diceva "Insisti, con il lavoro riesce tutto". Un grande”.

 14.09.2012 Gazzetta dello Sport MIRKO VUCINIC

Zeman è un tecnico eccezionale, di grandissimo carisma, unico nel valorizzare i giocatori a disposizione. Il calcio italiano mi ha conosciuto grazie a lui. E’ una manna per gli attaccanti. A livello di condizione fisica migliora tantissimo i suoi giocatori. Alla fine di ogni allenamento eravamo sempre tutti morti, ma poi in campo…..”.

 15.09.2012 Rete Sport GRAZIANO CESARI
"Quello che pensa un allenatore come Zeman, che ha esperienza e che ha visto confermate alcune sue accuse del passato, è un'opinione che va sempre presa in considerazione”

 15.09.2012 twitter IVAN ZAZZERONI
“Scrivere o dire che Zeman non è un grande allenatore equivale a una bestemmia tecnica. Lo affermo da non-zemaniano. Zeman migliora i giocatori, dà un senso e un’identità alla squadra, riporta la gente allo stadio. In Italia è il solo“.

 15.09.2012 zazza.blog.deejay.it IVAN ZAZZERONI

Zeman? Pur non amandolo troppo, trovo che sia il miglior “allenatore” d’Italia. Gli altri sono tecnici o gestori. Ha vinto poco o nulla? Balle: ha conquistato il titolo più importante, sopravvivendo per due decenni alla sconfitta attraverso l’Idea”.

 18.09.2012 Centro Suono Sport DARWIN PASTORIN
“Il calcio di Zeman è un calcio divertente, nel rispetto del divertimento dei tifosi. Io amo il calcio che fa divertire. Amo l’interpretazione che ha Zeman del calcio: la mia squadra può perdere, ma se da spettacolo non mi pesa; non mi piacciono le vittorie noiose, il classico pareggio per 0-0 mi fa francamente addormentare. La cultura de “i tre punti a tutti i costi” non porta la gente allo stadio e non permette la valorizzazione dei vivai; in più in questo periodo i grandi campioni preferiscono gli altri campionati”.

 20.09.2012 forzaroma.info DARIO CANOVI

“Zeman non dice mai cose stupide, le sue sono parole che dovrebbero insegnare a comportarsi a chi vive nel mondo del calcio. Se tutto il mondo del calcio praticasse le parole di Zeman, vivremmo lo sport in modo molto più sereno e onesto”

 24.09.2012 SkySport ALESSANDRO NESTA
“Ogni giocatore deve sperare di essere allenato da Zeman. Lui insegna calcio, prende giocatori bravi e gli insegna a giocare: è il migliore in questo senso. Gli hanno fatto un po’ pagare delle dichiarazioni rilasciate tempo fa e ha dovuto fare il giro largo per tornare ad un certo livello“.

 28.09.2012 forzaroma.info PAULO SERGIO
“Di Zeman ho un ricordo bellissimo. All’inizio ho avuto qualche problema di adattamento al calcio italiano, ma devo ringraziare il tecnico boemo perchè realizzai 12 gol nella prima stagione e altri 12 in quella successiva. Giocavamo bene, ci divertivamo e davamo spettacolo. Con Zeman ho avuto un ottimo rapporto. Mi ricordo che in settimana si lavorava moltissimo sia dal punto di vista fisico che da quello tattico. Poi, la domenica però, si vedevano i risultati”

 19.10.2012 ansa.it CAFU’
“Di Zeman ho un ricordo bellissimo .Non abbiamo vinto un campionato, ma abbiamo fatto dei risultati e giocato benissimo. Le squadre di Zeman lottano e corrono dall'inizio alla fine. Lui ha una maniera di giocare e di mettere in campo i calciatori e i calciatori devono adattarsi all'allenatore. Ma i calciatori che giocavano nel mio periodo erano diversi da quelli di ora. Avevamo una squadra forse più compatta".

20.10.2012 salentosport.com MARCO CASSETTI
“Zeman ha insistito tanto nella pre-season per farmi giocare terzino. Io non ero molto d'accordo, poi un giorno mi ha preso da parte e mi ha detto: ‘Io credo che tu giocando in questa posizione arriverai in nazionale’. È riuscito a convincermi, mi son messo a lavorare come sempre e alla fine ha avuto ragione lui, ci ha visto lungo. In Nazionale ci sono arrivato veramente (30 marzo 2005, Italia-Islanda, ndr) e fu un anno meraviglioso sotto l'aspetto dei risultati e anche dal punto di vista professionale e personale”.

 25.10.2012 Radio Ies PAOLO POGGI
“Zeman ? Uno spettacolo, passano anni ma è sempre moderno. E’ sempre bello veder giocare le sue squadre”.

 26.10.2012 Radio Ies MIRCEA LUCESCU

"Zeman l'ho incontrato quando ero a Brescia negli anni ’90. Ho sempre avuto una grande stima per lui, per quello che ha fatto e per la sua esperienza. Riuscire a rimanere 20 anni al top del campionato italiano, è difficile, pochi ci sono riusciti tranne lui, me ed Eriksson. "

 26.10.2012 Radio24.it CLAUDIO AMENDOLA
“Io sono sempre con Zeman, mi sono anche fatto una maglietta della Roma con scritto ‘Zeman 4-3-3′. Sono un suo fan assoluto da sempre. E’ come per i Beatles, se ti piacciono ti piacciono per sempre“.

 07.11.2012 romanews.eu MARINO BARTOLETTI
“Un grande risultato degli americani è quello di aver chiamato ZEMAN davanti a cui io mi inchino e dal punto di vista umano e dal punto di vista professionale. Spero di non far torto a nessuno dicendo che sarà un grande giorno per tutto il calcio italiano quello in cui ZEMAN, che ha applicato l'etica allo sport e al calcio, vincerà qualcosa di importante”

 09.11.2012 gazzettagiallorossa.it IVAN TOMIC
“Di pregi Zeman ne ha veramente tantissimi: era un allenatore che vedeva il calcio in un altro modo e che nello spogliatoio si comportava diversamente dagli altri allenatori. Ha autorità, non ha paura di dire le cose che pensa, e sopratutto è una persona autentica. I difetti? Non li so e non mi permetto, si tratta di una persona unica ed eccezionale”.

15.11.2012 sportpaper.it PAOLO ALBERTO FACCINI

Io l’anno scorso ho seguito 40 partite su 42 del Pescara e non mi sono mai divertito così tanto, il calcio di Zeman è sempre proiettato al futuro”.

 18.11.2012 corrieredellosport.it GIAMPIERO VENTURA

" Zeman è un allenatore che ha scritto pagine importanti nel nostro calcio per ciò che ha saputo fare sul campo: non tutti gli allenatori ci sono riusciti. Zeman non ha vinto titoli ma è entrato nella storia del nostro calcio, scegliendo la strada di un gioco d'attacco spettacolare, innovativo".

 21.11.2012 Roma Channel GIUSEPPE SANNINO
“Sono venuto per capire la fase offensiva, ma non si tratta solo di vedere come la fa Zeman. Sono venuto perchè volevo vedere e capire da vicino come ZEMAN spiega la fase offensiva, come fa a trasmetterla soprattutto in un campionato dove è più radicata la mentalità difensiva. Perchè l'unicità di Zeman non sta solo nei movimenti ma più nella mentalità di giocare all'attacco che trasferisce ai giocatori... e dopo averlo sentito ho capito che in questo resterà sempre UNICO”

 01.12.2012 Radio Radio MASSIMO MEZZAROMA:
“Zeman è un allenatore che trascina per personalità e tipo di gioco. Un giorno, se ci fosse l’occasione, mi piacerebbe lavorarci insieme”.

 01.12.2012 Gazzetta dello Sport PANTALEO CORVINO

Zeman? Il suo 4-3-3 nella fase offensiva dovrebbe essere riconosciuto Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco”

 10.12.2012 Il Romanista ENNIO MORRICONE
“Zeman è un idealista. E’ un grande allenatore. Nel mondo del pallone di oggi dove conta solo il risultato, e dove tutti gli allenatori puntano ai tre punti senza badare all’estetica del gioco, lui va oltre. Zeman vuole prima di tutto giocare bene, perché sa che se la sua squadra gioca al meglio la vittoria è una conseguenza logica”.

10.12.2012 Lecce, presentazione del libro di Riccardo Cucchi “Clamoroso al Cibali” ENZO FOGLIANESE
"Il calcio è Roma-Fiorentina: uno spettacolo unico. Quello è il calcio. Gioco, spettacolo, velocità, ricerca del gol. Zeman è l'unico che fa vedere il vero calcio in Italia. E’ l'espressione massima di quello che dev'essere il gioco del calcio. Tutto il resto è teatrino e un gioco di interessi"

13.12.2012 Radio Ies GIUSEPPE PILLON
"Il boemo può solo far bene al calcio italiano. E' un allenatore che ho sempre stimato e che porta avanti le proprie idee senza guardare in faccia nessuno”

 21.12.2012 tuttosport.it MASSIMILIANO ALLEGRI
“Zeman è un grande. E’ uno dei migliori tecnici e insegnanti di calcio in circolazione. Se è ancora all'avanguardia? Nel calcio c'è poco da scoprire, e luì è uno dei più bravi, se non il più bravo a far giocare le squadre, soprattutto nello sviluppo offensivo".

 25.12.2012 Repubblica.it GIANFRANCO ZOLA
“Lo scorso anno ho visto lavorare da vicino Guardiola e Zeman. Ed è stato fantastico, un grande arricchimento, non solo tecnico. Ammiro tanto Guardiola, per il modo in cui ha fatto giocare il Barcellona, ma anche per come si comporta. Lui e Zeman insegnano calcio, io nel mio piccolo cerco di imitarli”.

 04.02.2013 Radio anch'io lo sport EUSEBIO DI FRANCESCO
"Da lui ho imparato la grande cultura del lavoro, del sacrificio: Zeman resta un punto di riferimento.

È un grande insegnante di calcio, che cerca sempre il gol. Da allenatore ho preso spunto dalle molte cose che mi ha insegnato: io devo tanto a lui anche nel modo di essere . Per me Zeman resta un punto di riferimento, e anche la sua testardaggine è esemplare".

 14.03.2013 Gazzetta dello Sport SINISA MIHAJLOVIC

"Zeman resta un maestro di calcio e, nella fase offensiva, è il migliore al mondo”.

12.04.2013 da Repubblica.it CRISTIAN BUCCHI
"Solo Zeman può permettersi di preparare le partite senza guardare l'avversario"

 28.05.2013 Conferenza stampa Coverciano MARCO SAU
"Devo ringraziare il Cagliari che mi ha dato la Serie A e devo molto a Zeman, giocare con lui per un attaccante è come andare all'università".

09.06.2013 lazialita.com DANIELE FRANCESCHINI
Zeman ha lavorato sempre molto bene con i giovani..
” Ho un ricordo fantastico di lui. Non tiene conto delle gerarchie, se un giovane merita lo fa giocare e così è stato per me. Facevo la spola tra primavera e prima squadra, con lui sono stato inserito definitivamente nel gruppo...  A Zeman sarò grato per sempre per l’opportunità che mi ha dato.”

 22.07.2013  tuttonocerina.com LUIGI MICCIO

Parliamo un po’ di Zdenek Zeman, un santone del calcio, un po’ un’istituzione per i giovani tecnici che, come Lei, si stanno approcciando al palcoscenico del calcio che conta. Noi di TuttoNocerina.com abbiamo avuto il piacere di seguire il suo lavoro lo scorso anno e sembra che in termini di approccio alla gara e modulo di gioco Lei abbia seguito l'idea di calcio del boemo…

“Parlare di Zeman per me è come parlare di una persona di famiglia, ho avuto modo di seguirlo in diverse delle sue avventure ed è sicuramente un maestro, un insegnante di calcio. Quello che amo particolarmente del tecnico boemo è la sua idea del calciatore: considerare il giocatore come un vero e proprio atleta. Poi ovviamente il suo criterio di gioco è fantastico, pensare ad una squadra votata sempre all’attacco è qualcosa di straordinario”.