Chi siamo

Forum

01738580
Oggi
Ieri
Questa settimana
Nel mese
Lo scorso mese
Visite totali
158
1815
3500
7970
10508
1738580
dal 30 marzo 2013

Emozioni zemaniane nel ritiro romano del Lugano - con VIDEO

30.01.2016 ZEMANlandia433

Emozioni zemaniane dal ritiro romano del Lugano - con VIDEO

di Chiara Calabrò

Il giorno è uno di quelli un po' grigi...freddi ma non troppo. Eppure è un giorno che si lascia ricordare. Oggi andiamo a trovare il Mister. Oggi andiamo a vedere IL CALCIO. Oggi ci si gode lo sport. Ci si gode lo sguardo pulito e severo negli occhi piccoli di Zeman, un sorriso, una foto.

Si parla di calcio e non solo. Si parla di nuoto e gli racconto delle mie "doppie sedute" in acqua. Non dice molto...mi guarda e annuisce....e si lascia sfuggire un "eh! ma calciatori non sanno!" Lui invece sa di cosa sto parlando.

I ragazzi del Lugano lavorano sodo. Sono giovani ma sanno di godere del privilegio di essere allenati da Zeman. E se parli con qualcuno di loro, con i medici, con ogni persona che ha la fortuna di lavorare con lui...non riuscirà a dirti nient'altro che "è una persona straordinaria".

 A bordo campo, nascosta dietro la mia macchina fotografica, ho seguito l'allenamento, partitella a campo ristretto....e al terzo tiro troppo alto sulla traversa senti Zeman dire "alla Zeman"...: "eh... i piccioni son tutti morti!". Si ride. Tutti. Noi fuori...e i giocatori in campo. Poi si ricomincia.

Non si tratta solo di calcio. Si tratta di sport. Di rigore e dignità di cui il calcio italiano è orfano da tempo. Di correttezza. Di agonismo. Non di competizione. Di allenarsi per vincere. Non di vincere e basta.
Perché "il risultato è occasionale, la prestazione no".

Mi porto a casa un abbraccio, un milione di foto, un invito a Lugano e la certezza che Zemanlandia non può sparire....e che mo' ce la fa vedere lui!

 

L'ultimo allenamento del Lugano al Mancini Park Hotel di Roma in questo video (clicca qui)