Chi siamo

Forum

01484096
Oggi
Ieri
Questa settimana
Nel mese
Lo scorso mese
Visite totali
180
462
1729
9723
13922
1484096
dal 30 marzo 2013

KAREL ZEMAN, CHE IMPRESA! REGGINA SALVA!!!

30.04.2017 ZEMANlandia433

KAREL ZEMAN, CHE IMPRESA! REGGINA SALVA!!!

di Stella Corigliano

“Bisogna capire che qui si sta giocando per la Reggina. Chi non capirà cosa vuol dire giocare nella Reggina non potrà far parte di noi...". Esordisce così Karel Zeman, nel giorno della sua presentazione come allenatore della Reggina. E’ il 13 luglio e Zeman ha firmato per disputare un campionato di serie D, da giocare per vincerlo…  Karel ha sposato da subito la Reggina, il suo blasone, la sua storia... e ha immaginato di trasmettere l’orgoglio di indossare la maglia amaranto a quella che sarebbe stata la sua squadra. Solo partendo da questa forte motivazione, si potevano gettare le basi per inculcare lo spirito di sacrificio, la cultura del lavoro e il suo calcio.

Sono giorni di grandi fermenti a Reggio Calabria, la società di Mimmo Praticò riscatta il titolo sportivo che garantisce la prosecuzione della storia e del blasone della Reggina… mentre si attende la notizia del ripescaggio in Lega Pro che arriva solo il 4 agosto…
Il ritiro è incominciato come squadra di serie D.. ed è finito il 6 agosto come squadra di Lega Pro… con l’organico ancora incompleto…

Gli sforzi economici per il riscatto del titolo sportivo e per la fideiussione versata per garantire alla Reggina l’iscrizione al campionato di Lega Pro, sottraggono risorse per l’allestimento della rosa…
A fine ritiro in tutta fretta e col campionato alle porte arrivano giovani di buona prospettiva da formazioni primavera di serie A,  come Bianchimano dal Milan, Bangu dalla Fiorentina, Knudsen e Romanò dall’Inter… per il resto la base è composta da giocatori che avevano disputato il precedente campionato di D… il DG Martino riesce a portare giocatori utili alla nuova categoria, De Francesco, Botta, Kosnic, Coralli.
La Reggina è fra le tre squadre più giovani del girone C della Lega Pro!

Karel Zeman dopo la prima giornata di campionato, (la sconfitta di Fondi con la squadra che è ancora un cantiere aperto) ha una felice intuizione tattica:  Porcino (arrivato come terzino) viene inventato da Zeman esterno d’attacco…  una soluzione risultata vincente per tutto il campionato.
Alla seconda giornata la vittoria del derby col Messina suona la carica… e la Reggina si mette in mostra con una prima parte di stagione esaltante… fino alla sconfitta interna per 6-2 ad opera del Matera… Sarà stato per il passivo pesante a fronte di un gioco comunque piacevole, ma la squadra sembra perdere fiducia, accusa una preoccupante involuzione nel gioco accompagnata dalla crisi di risultati… e precipita nei bassifondi della zona play out... serpeggia il malcontento, qualcuno chiede la testa del mister. La società non cede e non demorde... Il DG Martino che ha fortemente voluto Karel Zeman continua a credere in lui… blinda la sua panchina… nel frattempo nel mercato di gennaio,  tra partenze e arrivi (tra questi determinante l’acquisto di Leonetti), si apportano i dovuti correttivi alla rosa.

Karel Zeman apporta alcuni accorgimenti tattici. Recepisce le difficoltà che incontra la squadra col suo 433 ed ha il coraggio e l’umiltà di adattarsi al modulo tattico a cui la squadra manifesta maggiore predisposizione: pur senza snaturare la mentalità propositiva, prova il 3-5-2, la squadra risponde bene, tornano i risultati e con essi la serenità e il bel gioco… nel girone di ritorno un cammino da zona play off con 27 punti… negli ultimi 3 mesi solo 3 sconfitte, con le prime tre della classifica (Foggia, Lecce e Matera)  e un finale di stagione esaltante, 5 risultati utili consecutivi (2 pareggi e 3 vittorie consecutive) interrotto solo dalla sconfitta di Foggia, una sconfitta di misura per 1-0 in un periodo in cui il Foggia allo Zaccheria rifilava gol a grappoli a qualunque avversario… poi il ritorno alla vittoria col Francavilla settimo in classifica ed il pareggio di oggi che sancisce la matematica salvezza con una giornata d’anticipo...!
Non so se e quanti a inizio stagione sperassero in un’impresa del genere.. forse l’aspettativa di molti (dirigenti compresi) era la salvezza da conquistare giocandosi i play out…
Karel ZEMAN è riuscito a fare molto di più!
 

Karel oggi festeggia con i suoi ragazzi la salvezza aritmetica della sua Reggina… gira sul web il video che immortala negli spogliatoi lui e i suoi ragazzi mentre cantano a squarciagola l’inno della Reggina… Aveva ragione Karel nel giorno della sua presentazione “Chi non capirà cosa vuol dire giocare nella Reggina non potrà far parte di noi..."…. i suoi ragazzi lo hanno capito…. Karel ha saputo inculcare loro il senso dell’appartenza, l’orgoglio di indossare la maglia amaranto… ed oggi entrano nella storia della Reggina e del suo blasone per questa grande impresa….!
Bravo Karel! Chapeau….. e ad maiora… magari sempre nella Reggina, alzando l’asticella degli obiettivi… nell’ottica di una sana programmazione… chissà… non vogliamo precorrere i tempi, eppure sarebbe cosa buona e giusta per tutti!
Ma ora è solo il tempo per lasciarsi andare ai festeggiamenti.. e per fare ancora una volta i complimenti a Karel!
Orgogliosi di te!