Chi siamo

Forum

01686698
Oggi
Ieri
Questa settimana
Nel mese
Lo scorso mese
Visite totali
256
299
1638
7998
9120
1686698
dal 30 marzo 2013

ZEMAN in cattedra a Lucca: tra tattica, aneddoti e battute

27.05.2014 ZEMANlandia433

ZEMAN in cattedra a Lucca: tra tattica, aneddoti e battute

di Silverio Zanobetti

LUCCA. 26 maggio 2014. Incontro con ZEMAN organizzato dalla locale Associazione Italiana Allenatori Calcio.  
Ore 20.30. Il Maestro arriva, spacca il secondo. Per rispetto verso gli allenatori venuti da tutta Italia per ascoltarlo, posti esauriti in sala. «Noi allenatori siamo sul campo. Noi siamo sul campo e noi diamo esempio. Penso che se c'è la passione... Se sono venuti qua stasera significa che c'è passione per calcio, o hanno preso premio per venire qui stasera?». “Hanno dato anche un contributo per ascoltarla, Mister”,  «Questo mi fa piacere perché si vede che c'è la passione per calcio, per fare calcio».

Il Maestro è in forma, dimagrito, abbronzato, loquace e in vena di battute ironiche e autoironiche. Si vede che è  pronto per un'altra avventura. Senza rancori, senza risentimenti. Alla fine dell'incontro le richieste di foto e autografi sono centinaia. Ma il tempo sta per scadere, qualcuno dello staff pensa di risparmiargli la fatica di qualche altra decina di foto e autografi, e grida: “Ragazzi scusate, l'Hotel sta per chiudere, adesso dobbiamo andare”. Ma lui imperterrito finge di non aver sentito: fino all'ultimo autografo, fino all'ultima stretta di mano. Quando mi avvicino per l'autografo il suo sguardo è di un'intensità insopportabile, una freccia lancinante che in pochi attimi ha scavato la mia carne e il mio spirito...quasi subito sono costretto ad abbassare lo sguardo. Nessuno riesce a capire al primo tentativo il mio nome un po' strano, lui non fa una piega e lo scrive perfettamente.

Lo ringrazio e capisco quanto sia importante in Zeman l'ascolto. Solo chi si ascolta quando parla può lasciare che la parola si libri nell'aria, può farla risuonare, fluttuare in aria, là dove chiunque può catturarla se vuole, con le proprie mani, con i propri strumenti concettuali.  Chi non è fanaticamente  occupato a “dire la propria”, a “convincere gli altri”, riesce veramente a convincerlo; al contrario, chi mostra di voler convincere, non otterrà mai il suo obiettivo, nell'ascoltatore nascerà una repulsione immediata.

Leggi tutto: ZEMAN in cattedra...

IL MAESTRO É NELL'AMIMA

IL MAESTRO É NELL'AMIMA

Il tuo calcio è armonia, sinuosità, sincronia, eleganza, bellezza, classe, é l'utopia che si realizza, la fantasia al potere.

Ti prende per mano e ti conduce verso i sentieri che portano all'estasi come in un crescendo rossiniano.

Ecco maestro, questa è la poesia che ci hai regalato e che ci é entrata dentro.

Auguri dal profondo dell'anima dal portale di controinformazione zemaniana supremoboemo.it

 

Maestro, YOU'LL NEVER WALK ALONE!!

12.05.2013                                                        

Maestro, YOU'LL NEVER WALK ALONE!! 

di Enzo Follieri

Il tempo non scorre mai quando le emozioni sono una costante.

Le emozioni che Lei ci da non hanno tempo.

Sono dimensioni altre, alte, il tempo diventa un dettaglio davanti al suo gioco e non passa mai.

Leggi tutto: Maestro, YOU'LL...

As Roma, una storia da salvare

26.05.2013 ZEMANlandia433
As Roma, una storia da salvare
di Enzo Follieri

 Alla domanda di un giornalista: Il cammino verso la finale è stato guidato da Zeman, tranne la partita di ritorno con  l'Inter.

«Se devo ringraziarlo per essere qui? I meriti sono dei giocatori - svicola Andreazzoli - sono loro che mi hanno condotto a questa gara con la consapevolezza di poterla vincere». Quella di stasera, comunque, «sarà una finale storica, abbiamo fatto i compiti per giocare bene e vogliamo alzare la Coppa».

Questo é l'Andreazzoli pensiero, sostanzialmente l'As Roma pensiero, un ambiente che ha rigettato un corpo estraneo, Zeman e la sua cultura del lavoro, della disciplina, dell'etica dello sport. I problemi di questa società vengono da lontano, basterebbe chiederli in privato a Ranieri e Spalletti, anzi quest'ultimo si é lasciato andare anche a considerazioni pubbliche, basterebbe chiederli alla stragrande maggioranza dei tifosi romanisti, basterebbe osservare, anche dall'esterno, i comportamenti di alcuni giocatori, i comportamenti dell'ambiente, basterebbe leggere le intervisti criptiche del duo Sabatini-Baldini, per capire che non solo la Roma, ma tutto l'ambiente di Trigoria, andrebbe bonificato dalle fondamenta.

Un repulisti che salvi questa gloriosa società, da un vortice che anno dopo anno la sta risucchiando verso l'inferno.

Leggi tutto: As Roma, una...

ZEMAN è POESIA!

27.04.2013 ZEMANlandia433

ZEMAN è POESIA!

di Stella Corigliano

Dopo l’esonero di Zeman ho assistito sorniona alla fuga dal carro dei poveri di spirito, pronti ad aprire la sassaiola contro il carro su cui - tronfi e impettiti - si erano autoinvestiti dei fregi della zemanianità quando a suon di vittorie era fin troppo facile stare sul carro...

Ed è questo il momento in cui io “canto” la poesia del calcio zemaniano....

I tifosi italiani sono SCHIAVI del risultato...

ZEMAN non è per tutti... è solo per palati fini....  ZEMAN è per GLI ESTETI....

Per coloro che quando ZEMAN indica la LUNA sanno guardare la LUNA e non il dito....

La luna sono le prestazioni... il dito sono i risultati.

La luna sono i giovani lanciati da Zeman..... ma la luna è anche il calcio propositivo e spumeggiante che solo  Zeman sa offrire..... “tutto il resto è noia” (cit. F. Califano).

Leggi tutto: ZEMAN è POESIA!