Chi siamo

Forum

01804319
Oggi
Ieri
Questa settimana
Nel mese
Lo scorso mese
Visite totali
206
435
2416
1043
13898
1804319
dal 30 marzo 2013

Chi segna nel Cagliari? La risposta è sempre EKDAL. 2

25.10.2014 ZEMANlandia433

Chi segna nel Cagliari? La risposta è sempre EKDAL. 2

di Enzo Follieri 

Poveri disgraziati, sedicenti giornalisti, alcuni sedicenti zemaniani, moggiani nel pensiero, menagrami nell'azione, denigratori di professione, oggi sono serviti, altri 4 gol in trasferta ad Empoli di cui 3 in sei minuti. Forse non basteranno a zittire i poveracci di cui sopra, di sicuro li terranno lontano per un po’ di tempo, Pedullà compreso, ultimo in ordine di apparizione dei pennivendoli antizemaniani.

Un "portalettere di sventura" e pennivendolo per caso nei sottoboschi di condomini giornalettistici maleodoranti, sedicente zemaniano che con i suoi amici ama twittare amabilmente con Moggi, pagellista che giudica peggio di un magistrato Komeinista e condanna come un pretoriano Hitleriano, sin dal ritiro si sta chiedendo chi segna nel Cagliari, con una punta di veleno sulla sua penna biforcuta come la sua lingua.

Non lo ha ancora capito, eppure bastava passare in un pomeriggio di fine estate a San Siro e in un pomeriggio di primo autunno ad Empoli per capire. Segna sempre Ekdal. Così come potrebbe sempre segnare la nonna di Florenzi o la Zia di Buffon.

Con Zeman non c'è bisogno di un grande top player per segnare, a segnare ci pensa il suo gioco, collettivo e maestoso, dove anche un terzino può fare una doppietta con due tiri balistici su punizione e su rigore. Sau é alla sua quarta rete, l'anno scorso ne segnò appena cinque in un intero campionato, Cossu é a tre reti nonostante un rigore sbagliato, in otto giornate un terzo di quelle fatte in tutta la sua carriera, quando inizierà Ibarbo, questo Cagliari scriverà una favola. Chi segna? Segna zemanlandia, il sogno di un calcio futuro e avveniristico, lontano dai calcoli meschini dei Mazzarri di turno, troppo avanti rispetto al calcio di Garcia, su un altro pianeta rispetto ai giornalistucoli italioti.

Donsah un'altra scommessa vinta, un diciottenne alla ribalta con grinta e personalità, una difesa di roccia nonostante il suo gioco alto, le due catene che impostano azioni a velocità supersoniche, un attacco straripante e sei giocatori in area avversaria pronti a far male con i difensori in balia di se stessi. Chi conosce la storia del calcio ricorderà il famoso "quarto d'ora del Grande Torino", quello di Valentino Mazzola. Quando scattava il quarto d'ora del Torino non ce n'era più per nessuno. È la seconda volta quest'anno che il Cagliari di Zeman sfodera un "quarto d'ora" da brividi, prima a San Siro con tre gol, il primo lo fece all'inizio ed oggi addirittura con quattro gol di cui tre in sei minuti. Da oggi c'é il "quarto d'ora" del Cagliari targato Zeman e tanto basta in questo campionato brutto sporco e cattivo. Alla faccia dei denigratori di professione e dei potentati giornalettistici.

Chi segna dunque? Segna sempre Ekdal, ma potrebbe segnare anche la zia di Sau.