Chi siamo

Forum

01704250
Oggi
Ieri
Questa settimana
Nel mese
Lo scorso mese
Visite totali
207
359
1433
5727
9571
1704250
dal 30 marzo 2013

Zeman, l’eleganza di un trapezista nel circo mediatico

30.09.2014 Dal nostro forum

Zeman, l’eleganza di un trapezista nel circo mediatico

di Sergio Buccellato

Tornato dal Renzo Barbera con il morale sotto i tacchi per aver visto una squadraccia come la Lazio fare il cappotto al Palermo,  non tanto per propri meriti quanto per gentile concessione del Palermo, mi sono nuovamente risollevato gustandomi per la seconda serata di seguito il Mister ospite questa volta di Mediaset. Strana la vita, strano soprattutto il calcio, circo dove gli eccessi sono all'ordine del giorno, dove tutto è il contrario di tutto. Il Mister fino a ieri, per non dire per anni, in alcune e molto seguite reti televisive è stato boicottato, screditato, a volte ingiuriato dai soliti pennivendoli o pseudo opinionisti da strapazzo. E’ bastata una vittoria contro ogni aspettativa in casa di una delle grandi protette, che dalla mancanza di rispetto si è passati alla beatificazione. Lo stesso Mister ieri sera, nella pur simpaticissima trasmissione dov'era ospite, a tratti pareva imbarazzato, quasi stupito dei tanti complimenti e degli inediti attestati di stima che, attenzione, ha sempre ricevuto nella sua carriera da milioni di sportivi, ma non certo in taluni ambienti mediatici.

“...i simboli sono altri...” “...una rondine non fa primavera...”.

Il Mister cercava di mantenere bassi i toni, con l'umiltà che lo contraddistingue, ma ieri sera era un susseguirsi unanime di elogi, anche da parte dello stesso Mughini che con chiara difficoltà ha cercato nei titoli di coda del suo primo intervento di sottolineare i demeriti di Zeman finendo per tacere privo di argomenti. E' chiaro che noi Zemaniani, dopo anni di fegato marcio nel vedere e sentire il Mister sbeffeggiato e irriso da gentaglia in malafede, ieri sera come la sera prima alla Domenica Sportiva ci siamo sentiti fieri, finalmente appagati di vederlo elogiato, di vederlo esprimere con serenità i suoi giudizi, di fare le sue considerazioni mai banali e sempre interessantissime; fino ad ora lo vedevamo apparire in televisione solo per rispondere nei dopopartita alle idiozie provenienti tra una risatina e l'altra dai genialoidi di Sky a cui il Mister si sottoponeva con palese e giustificato fastidio. Non mi illudo, so bene che alla prossima sconfitta del Cagliari molti di quelli che adesso lo elogiano torneranno a parlarne male. Resta il fatto che il Mister è più attuale che mai, il suo carisma e la sua professionalità sono unanimemente riconosciuti e ciò nonostante i suoi rancorosi nemici abbiano fatto di tutto e di più per tenerlo fuori dal circo.

E’ questa, oggi, la grande vittoria di Zdenek Zerman.... esserci sempre.